Maison Evelina Luxury Suites

Roma, Italia
Hotel

Boutique Hotel in Via del Babuino

A tu per tu con l'architetto Francesco Sèrtoli

In Via del Babuino, centro della vita mondana della Città Eterna, vi accoglie il boutique hotel Maison Evelina: quattro luxury suite per un soggiorno chic ed esclusivo a Roma.

A soli trecento metri da Piazza del Popolo e Trinità dei Monti, negli ambienti caldi ed accoglienti di Maison Evelina sarete immersi nel fascino della storia con il meglio in termini di comfort.

Il progetto di restauro dell'appartamento in cui ora sorge l'hotel è stato curato dall'architetto Francesco Sèrtoli che ha rinnovato gli ambienti interni creando quattro camere indipendenti nel fedele rispetto dello stile architettonico originario.

Come supporto nella consulenza e per la scelta di tutti i materiali d'arredo, l'architetto Sèrtoli si è affidato all'esperienza dei nostri project manager, che lo hanno accompagnato nella fase di progettazione e realizzazione con un'attenta supervisione di tutte le fasi della commessa.

Il perché della scelta lo abbiamo chiesto direttamente a Francesco Sèrtoli, che gentilmente ci ha concesso questa piccola intervista.

FRANCESCO SERTOLI

Archietto Maison Evelina, Roma


"Qualità, organizzazione professionale e la possibilità di progettare e realizzare tutte le finiture confrontandosi con un unico interlocutore: ecco i valori portati da Berni Contract nel progetto."


Architetto Sèrtoli, quale esigenza l'ha spinta a collaborare con i nostri project manager?

Avevo già collaborato con Berni per un progetto di agriturismo in Toscana, Il podere del Priorato, e ne avevo apprezzato precisione e affidabilità.

Qual era l'idea d'arredo che voleva realizzare in questo specifico lavoro?

In generale il mio approccio ai progetti è legato ai desideri del cliente ed alla capacità di condurli verso il nostro mondo. La mia creatività nasce e si sviluppa dal continuo scambio tra i due poli Cliente/Progettista.

Il desiderio è di coinvolgere il cliente in un percorso, a volte faticoso ma affascinante, per arrivare alla realizzazione di un interior design unico e irripetibile che definirei quasi "sartoriale".

Nel progetto di Maison Evelina l’idea di arredo era basata sulla semplicità, la funzionalità e la possibilità di creare contrasti tra materiali nobili come il legno, le stoffe, i marmi e materiali poveri come il ferro.

Qual era la situazione di partenza?

L’appartamento originario doveva essere riorganizzato totalmente per trasformarlo in un lussuoso "affittacamere", termine impronunciabile che ha preso il nome di Maison Evelina (come mia zia) ed è composto da quattro luxury room con bagno ed un'area comune.

C'erano specifiche esigenze da rispettare per quanto riguarda la scelta degli arredi?

Non particolarmente, anche se i bagni non dovevano avere né legno né marmi.

Quali vincoli architettonici/artistici/strutturali/funzionali ha dovuto tenere in considerazione?

Un grande vincolo è stato la realizzazione di pareti e soffitti acustici che non permettevano eccessivi buchi, tracce e passaggi di impiantistica.

Il risultato finale ha soddisfatto le sue aspettative?

In generale si, ma nel confrontarsi con il cliente (mia moglie) le cose sono state più complicate. Coinvolgerla emotivamente nelle scelte progettuali e d'arredo non è stato affatto facile (ride, n.d.r.)!

Qual è stato il valore aggiunto portato da Berni Contract nello specifico lavoro?

Qualità, organizzazione professionale e la possibilità di progettare e realizzare tutte le finiture confrontandosi con un unico interlocutore.

Domanda finale: consiglierebbe Berni Contract?

Certamente! Ne è valsa la pena, perché insieme abbiamo raggiunto un risultato di altissimo livello qualitativo!

Vuoi chiedere un preventivo gratuito?

Vuoi avere maggiori informazioni sui nostri servizi?

Vuoi visitare il nostro showroom?

Contattaci!

Esplora

le altre realizzazioni in campo Alberghiero